News > Rugby

Rugby: la mischia ordinata

02 October 2022 | 2 min di lettura

La mischia chiusa rappresenta una delle fasi statiche più importanti del gioco del rugby. Si tratta di una fase di conquista, una prova di tecnica e forza tra gli 8 avanti di ogni squadra. Spesso l’andamento di questa affascinate fase di gioco determina l’equilibrio del match.

Corso suggerito


Corso di Alejandro Moreno:

6 Nazioni: i dettagli del pack

Attestato| <QuerySet [<Video: Moreno C2 L1>, <Video: Moreno C2 L2>, <Video: Moreno C2 L3>, <Video: Moreno C2 L4>]> lezioni| 0:36:28| 54

La mischia chiusa rappresenta una delle fasi statiche più importanti del gioco del rugby. Si tratta di una fase di conquista, una prova di tecnica e forza tra gli 8 avanti di ogni squadra. Spesso l’andamento di questa affascinate fase di gioco determina l’equilibrio del match. Viene chiamata mischia quando avviene un “in avanti”, quando la palla è ingiocabile, quando la palla esce dalla linea di pallone morto, quando la palla esce direttamente da calcio di rinvio, sia da centrocampo che dai 22 metri, in tutti questi casi la mischia sarà in favore della squadra che non ha commesso l’infrazione. La squadra in possesso dell’ovale può scegliere di giocare la mischia chiusa quando ha un calcio di punizione diretto e indiretto a favore. 

Partecipanti: Partecipano alla mischia i primi 8 uomini di ogni squadra, ovvero coloro che indossano la maglia dalla numero 1 alla 8.

Ruoli: la prima linea è formata da due piloni ( numeri 1 e 3) e un tallonatore (numero 2), questi al momento dell’ingaggio avranno un diretto contatto con spalle e collo alla mischia avversaria. Le seconde linee (numeri 4 e 5) si legheranno assieme dietro la prima linea mentre le terze linee (numeri 6, 7 e 8) spingeranno sui due piloni, il numero 8 è posizionato invece dietro le due seconde linee come giocatore più arretrato del pacchetto.

Comandi: L’ingaggio dei due pacchetti di mischia è regolarizzato dall’arbitro tramite chiamata: Bassi, le prime linee dovranno abbassarsi. Lega, i due piloni dovranno legare con le mani sinistra (il pilone sinistro) e destra (il pilone destro) la maglia del pilone avversario. Via, le due mischie ingaggeranno. Una volta che la mischia secondo l’arbitro sarà stabile allora il medino potrà inserire l’ovale al centro della mischia, in quel momento ogni mischia potrà avanzare e il tallonatore dovrà toccare di tacco la palla. A quel punto la palla sarà giocabile una volta arrivata sui piedi nel numero 8 che potrà decidere se lasciare la palla al mediano, ripartire o continuare la spinta per avanzare. 

Si tratta di una fase di gioco molto delicata e molto difficile da arbitrare. Negli anni World Rugby sta continuando a modificare regole in questo contesto così da preservare la salute dei giocatori e velocizzare il gioco.



I docenti sportwig di Rugby


Articoli più letti di Rugby
























la formazione sportiva come mai prima d'ora

Registrati ora